lunedì 19 febbraio 2018

ESAMI ABILITANTI ALLA PROFESSIONE ANNO 2018: DOMANDE A PARTIRE DAL 25 MAGGIO (e sino al 25 giugno 2018)


Venerdì 25 maggio 2018, sulla Gazzetta Ufficiale n. 41 - Serie Speciale Concorsi, è stata pubblicata l’Ordinanza MIUR che indice la sessione 2018 degli esami abilitanti alla professione di Agrotecnico e di Agrotecnico laureato: da quella data, e sino al 25 giugno 2018, sarà possibile presentare domanda.

Al sito www.agrotecnici.it nonchè sui profili Facebook e Twitter del Collegio, è possibile scaricare i modelli di domanda (distinti per titolo di studio) ed ogni altra informazione sugli esami; inoltre ai numeri del Collegio Nazionale 0543-720.908 e 06-6813.4383 sarà attivato un servizio di assistenza telefonica.

Per quesiti personalizzati o per questioni personali che non si vogliono rendere pubbliche, è possibile utilizzare un format specifico disponibile al link http://www.agrotecnici.it/richiesta_informazioni_esami.htm

Per facilitare la risoluzione di dubbi semplici ed a risposta diretta, anche in attesa della pubblicazione dell’Ordinanza 2018, è possibile utilizzare questo blog (sono comunque visibili ai link sottostanti le domande pubblicate nei blog degli anni precedenti).


Per gli argomenti diversi dall’esame abilitante o relativi all’esercizio della professione, va inviata una mail a agrotecnici@agrotecnici.it ricordandosi sempre di qualificarsi con nome, cognome ed il proprio indirizzo.

I ricorsi promossi negli anni scorsi, e tutti vinti, dal Collegio Nazionale degli Agrotecnici e degli Agrotecnici laureati contro il MIUR hanno comunque ottenuto un minimo di chiarezza sulle Classi di laurea idonee all’accesso agli esami; in particolare a seguito del parere del CUN-Consiglio Universitario Nazionale del 7 aprile 2017 n. 3 è stato definitivamente chiarito che i soggetti in possesso di laurea magistrale, specialistica o “vecchio ordinamento” (di numerose Classi di laurea; l’elenco completo è visibile qui) possono accedere agli esami abilitanti alla professione di Agrotecnico e di Agrotecnico laureato.
Insieme a loro possono partecipare agli esami i laureati di primo livello di specifiche Classi di laurea (l’elenco completo è visibile qui), i soggetti che hanno acquisito un coerente Diploma Universitario (elenco visibile qui) ed anche i diplomati “agrotecnici” e “periti agrari” nonché i diplomati nei nuovi ordinamenti “Servizi per l’agricoltura e lo sviluppo rurale” nonché “Agraria, agroalimentare, industria”  (i quali però debbono avere svolto un tirocinio professionalizzante di almeno 18 mesi).

Sono disponibili ai link sottostanti le domande, con relative risposte, pubblicate sul blog negli anni precedenti.

208 commenti:

  1. Salve, chi ha fatto domanda per l'ammissione all'esame di maturità per il conseguimento di un secondo diploma per giugno-luglio 2018, potrà fare anche domanda per l'esame di stato per l'esercizione della professione di agrotecnico quest'anno stesso?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Buongiorno. Non è chiarissima la sua domanda, ma se vuol sapere se un soggetto che acquisisce il titolo di studio a luglio 2018, quindi DOPO la scadenza del termine (circa aprile 2018) di presentazione della domanda di partecipazione agli esami abilitanti del corrente anno ma PRIMA dell'inizio delle prove d'esame (ottobre 2018), possa presentare validamente la domanda di partecipazione, la risposta è positiva.
      Le norme, confermate anche da giurisprudenza recente, permettono infatti di presentare domanda anche se ancora non si possiede il titolo di studio o non si è assolto (nei casi previsti) al tirocinio obbligatorio purché lo si consegua o lo si assolva entro il giorno precedente l'inizio della prima prova scritta.

      Elimina
  2. Buongiorno,
    dove si paga la tassa di concessione governativa di 168 euro?
    Dove posso trovare tutte le procedure per una corretta iscrizione all'albo? Grazie.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Buonasera. La tassa di concessione governativa si paga esclusivamente tramite il Modello F24, in banca od in posta. Per quanto riguarda le informazioni sulle procedure di presentazione della domanda di partecipazione agli esami abilitanti, troverà tutto sul sito www.agrotecnici.it a partire dal giorno di pubblicazione dell'Ordinanza MIUR che indice la sessione do'esame 2018 (circa marzo/aprile). Cordiali saluti.

      Elimina
  3. II p.a. abilitato deve inoltre avere una rc professionale, iscriversi all'enpaia e avere una PEC.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ma solo qualora eserciti effettivamente la professione. Diversamente non deve avere nulla di tutto questo. In ogni caso l'Albo offre ai propri iscritti una casella PEC gratuita.

      Elimina
  4. Buongiorno,
    ho laurea in architettura che mi permetterebbe l'iscrizione all'albo degli agrotecnici e agrotecnici laureati ed esercito da diversi anni la professione di architetto libero professionista. E' possibile equiparare l'attività professionale e formativa che ho svolto in questi anni al tirocinio semestrale e con che modalità?

    Grazie, cordiali saluti

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Si, è possibile ed il meccanismo si chiama “riconoscimento di attività tecnica”; può chiederla sin d’ora al Collegio degli Agrotecnici e degli Agrotecnici laureati della provincia di sua residenza, così essendo già pronto nel momento in cui uscirà l’Ordinanza 2018 (probabilmente già a marzo). Lei non ha indicato dove abita ma a questo link può trovare i recapiti di tutti i Collegi d’Italia: http://www.agrotecnici.it/collegi_locali.htm

      Elimina
  5. Dispetti del miur per aver perso le cause.
    E non aggiungo altro

    RispondiElimina
  6. Risposte
    1. Mi sembra tanto un comportamento da asilo infantile da parte del MIUR (non so se il ministro o qualche funzionario tu mi fai un dispetto io te lo rifaccio.... cmq auguri a tutti i candidati da uno che ha svolto l'esame 2 anni fa è quasi più difficile sbrigare tutte le pratiche burocratiche che l'esame in se stesso....

      Elimina
    2. Purtroppo quelli che lei chiama "dispetti" (e che noi pure consideriamo tali) danneggiano soprattutto i giovani che affrontano gli esami e che avrebbero il diritto di sostenere le prove con serenità e nell'ambito di regole semplici e chiare. Per questo il Collegio Nazionale si è battuto con tanto vigore contro i responsabili di questi inaccettabili comportamenti.

      Elimina
  7. Buongiorno
    Volevo un informazione in merito agli esami
    in virtù del fatto che con lo stesso titolo
    si può accedere a più esami di abilitazione
    ade esempio con la laurea L21 si può sostenere
    sia l'esame di agrotecnico che di geometra ma
    vengono pubblicate con la stessa ordinanza e fatti
    le stesse date ? quindi un ne deve per forza scegliere uno?
    In attesa di un riscontro
    cordiali saluti

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Buonasera, si, è come lei dice: gli esami si svolgono tutti lo stesso giorno, sicchè un candidato deve per forza scegliere un esame professionale ad un altro, rinviando quello dell'altra professione all'anno successivo. Un tempo non era così: alcuni anni fa le date non coincidevano. Poi il MIUR (sempre contro il nostro parere) ha deciso l'unificazione delle date. Una scelta che non condividiamo, ma rispetto alla quale non abbiamo nessun tipo di intervento, dovendo necessariamente subirla.

      Elimina
    2. Salve, quindi se voglio fare l'esame di abilitazione di architetto a giugno nella prima sessione e l'esame di agrotecnico nell'unica sessione di ottobre, la legge lo proibisce, quindi devo scegliere un solo esame di abilitazione all'anno?

      Elimina
  8. In questo caso no, li può fare entrambi perchè le date sono diverse (a giugno può sostenere l'esame da Architetto e ad ottobre quello di Agrotecnico laureato).

    RispondiElimina
  9. Buongiorno, ho un diploma di liceo scientifico e una laurea triennale in scienze forestali conseguita nel 2007. Da 4 anni svolgo attività di controllo per l'agricoltura biologica per conto di un organismo di controllo.
    Le mie domande sono:
    - posso accedere all'esame se non ho il diploma in agraria?
    - devo comunque svolgere il tirocinio ?
    Grazie

    RispondiElimina
  10. Buongiorno. La risposta è positiva: una laurea di primo livello in agraria è titolo idoneo per ac cedere all'Albo. E non deve nemmeno svolgere i previsti 6 mesi di tirocinio, potendo farsi riconoscere in alternativa l'attività tecnica da lei svolto nei controlli biologici. Visto che l'Ordinanza 2018 è di imminente pubblicazione può già chiedere questo riconoscimento al Collegio degli Agrotecnici e degli Agrotecnici laureati della sua provincia di residenza; lei non ha indicato dove abita ma a questo link trova i recapiti di tutti i Collegi d'Italia: http://www.agrotecnici.it/collegi_locali.htm

    RispondiElimina
  11. Salve, con una laurea in scienze geologiche (vecchio ordinamento) si può partecipare, integrando con il tirocinio?
    Non la trovo nell'elenco...
    Grazie

    RispondiElimina
  12. Buongiorno, e buona Pasqua. La risposta è purtroppo negativa: la laurea in geologia non è ritenuta idoneo per accedere all'Albo degli Agrotecnici e degli Agrotecnici laureati. Per completezza le indichiamo dove trova l'elenco dei titoli accademici ritenuti idonei: http://www.agrotecnici.it/come_si_accede_laureati.htmPer qualunque altra informazione può chiamare i nostri uffici: 06 6813.4383

    RispondiElimina
  13. Buongiorno,
    Sono un perito agrario specializzato in viticoltura ed enologia (corso di sei anni).Ho maturato 120 CFU univerdura di.Ho svolto tirocini alle superiori per un totale di 4 mesi circa.Ho svolto un tirocinio di 3 mesi e uno di 1 mese all'università.Posso utilizzare l'anno in più delle superiori i tirocini e i crediti universitari per abilitarmi come agrotecnico?
    Quando uscirà l'ordinanza ministeriale del 2018?
    Grazie

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Buongiorno, il suo titolo di studio è idoneo per l'accesso all'Albo degli Agrotecnici e degli Agrotecnici laureati. Ad una prima valutazione non deve nemmeno fare il tirocinio di 18 mesi perchè l'insieme delle esperienze e titoli che elenca sembrano idonei a sostituirlo; in particolare il sesto anno dell'enologico può essere senz'altro riconosciuto e con i 120 CFU universitari oltre al resto dovrebbe riuscire a raggiungere i 18 mesi. Le conviene prendere subito contatto con il Presidente del Collegio della provincia di sua residenza per richiedere la preventiva valutazione dei suoi requisiti alternativi al tirocinio; non ci ha indicato dove abita ma a questo link può trovare tutti i recapiti dei Collegi d'Italia http://www.agrotecnici.it/collegi_locali.htm
      Infine, l'Ordinanza che indice gli esami abilitanti 2018 dovrebbe uscire entro 7-10 giorni. Cordiali saluti.

      Elimina
  14. Salve desideravo sapere se ero esente dai 6 mesi di tirocinio ;ho una Laurea in Scienze del Ambiente e della Natura classe 27 ordinamento 509 conseguita all' Universita' di Messina .
    Si hanno notizie da parte del Miur sulla data dell' esame e sulla tempistica dell invio della domanda??
    Grazie dell' attenzione

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Buongiorno. Lei dunque ha una laurea triennale-Classe 27 conseguita presso l'Ateneo di Messina il quale però non è convenzionato con il Collegio Nazionale e dunque il praticantato semestrale non può ritenersi assolto durante il corso di studi. Non è detto però che lei debba per forza fare tutto il semestre di tirocinio, perchè può chiedere il riconoscimento di attività professionalizzanti svolte. Si tratta dunque di una valutazione personale del suo percorso formativo complessivo, che le suggeriamo di fare al più presto con il Collegio degli Agrotecnici e degli Agrotecnici laureati della Provincia di sua residenza. Lei non indica quale essa sia, ma a questo link trova tutti i recapiti dei Collegi italiani http://www.agrotecnici.it/collegi_locali.htm Infine l'Ordinanza: quest'anno il MIUR sembra essere nella confusione più totale; dopo avere preannunciato l'uscita dell'Ordinanza addirittura il 10 marzo, siamo arrivati a maggio ed ancora non c'è. Informazioni precise non ne vengono date. La prima data utile dovrebbe essere domani 4 maggio. In ogni caso appena sarà pubblicata troverà la notizia nel sito www.agrotecnici.it e nei profili social del Collegio Nazionale, insieme ai moduli di domanda.

      Elimina
  15. Buongiorno,
    Ho una laurea magistrale in Scienze e gestione della Natura conseguita l'anno scorso, sono tenuta a svolgere un tirocinio, oltre che l'esame di stato, per iscrivermi all'albo?
    Grazie

    Sara

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Buongiorno. Premesso che il tirocinio (semestrale) è necessario per sostenere l'esame abilitante (e non per iscriversi all'Albo), non siamo in grado di risponderle con le informazioni che ci ha dato perchè l'obbligo del tirocinio semestrale o meno comporta una valutazione individuale del suo percorso formativo complessivo, che le suggeriamo di fare al più presto con il Collegio degli Agrotecnici e degli Agrotecnici laureati della Provincia di sua residenza, che è anche l'Autorità competente al rilascio del nulla-osta per gli esami. Lei non indica quale essa sia, ma a questo link trova tutti i recapiti dei Collegi italiani http://www.agrotecnici.it/collegi_locali.htm In alternativa può inviare una mail con il suo curriculum vitae e tutte le sue esperienze formative per una pre-valutazione ad agrotecnici@agrotecnici.it

      Elimina
  16. Buongiorno,
    vorrei sapere se con una laurea in Scienze e tecnologie per l'ambiente (L-32) conseguita nel 2012 posso fare domanda per l'esame abilitante e se sono esente dai mesi di tirocini o alternativamente come dovrei procedere.
    Grazie

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Buongiorno. Non siamo in grado di risponderle con le informazioni che ci ha dato perchè l'obbligo del tirocinio semestrale o meno comporta una valutazione individuale del suo percorso formativo complessivo, che le suggeriamo di fare al più presto con il Collegio degli Agrotecnici e degli Agrotecnici laureati della Provincia di sua residenza, che è anche l'Autorità competente al rilascio del nulla-osta per gli esami. Lei non indica dove abita, ma a questo link trova tutti i recapiti dei Collegi italiani http://www.agrotecnici.it/collegi_locali.htm In alternativa può inviare una mail con il suo curriculum vitae e tutte le sue esperienze formative per una pre-valutazione ad agrotecnici@agrotecnici.it

      Elimina
  17. Salve, ho una laurea magistrale in Scienze delle professioni sanitarie della prevenzione conseguita nell'anno 2014. Posso accedere agli esami abilitanti? Grazie.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Buongiorno. La questione è ancora controversa e non siamo in grado di rispondere con certezza fin quando l'ordinanza non uscirà. Nel 2015 le lauree come la sua sono state ammesse, nel 2016 (senza alcuna motivazione) il MIUR ha tolto questa possibilità (contro il parere contrario dell'Albo), però va detto che tutti i candidati che hanno fatto ricorso contro questa modifica hanno sempre vinto e sono stati ammessi agli esami ed all'Albo.
      Le suggeriamo pertanto di inviare una mail ad: agrotecnici@agrotecnici.it precisando la sua situazione, tutti i titoli di studio che lei ha conseguito e le eventuali esperienze lavorative o professionalizzanti che ha maturato. Indichi anche il suo indirizzo ed un recapito telefonico: sarà cura del Collegio Nazionale seguire il suo caso e darle tutti gli utili suggerimenti. Buona giornata.

      Elimina
  18. Salve vorrei sapere ho conseguito la laurea triennale alla sapienza in scienze naturali dm270/04 sarei esente dal tirocinio? Grazie

    RispondiElimina
  19. Buongiorno. Con i (pochi) elementi che ci ha dato, la risposta è negativa perchè il Dipartimento di Scienze della Sapienza non è convenzionato con il Collegio Nazionale (e dunque il praticantato semestrale non può ritenersi assolto durante il corso di studi); va detto però che la "Convenzione" è in fase di sottoscrizione.
    Non è detto però che lei debba per forza fare tutto il semestre di tirocinio, perchè può chiedere il riconoscimento di attività professionalizzanti svolte, anche precedentemente, al conseguimento della laurea; si tratta quindi di fare una valutazione personale del suo percorso formativo complessivo, che le suggeriamo di compiere al più presto con il Collegio degli Agrotecnici e degli Agrotecnici laureati della Provincia di sua residenza, in modo di sapere se può evitare, in tutto od in parte, il semestre di tirocinio. Se lei potesse beneficiare di un riconoscimento anche solo parziale avrebbe poi davanti almeno 5 mesi (cioè da oggi fino al 20-25 ottobre 2018, data di inizio degli esami) per completare la parte di tirocinio eventualmente mancante. Cordiali saluti.

    RispondiElimina
  20. Buongiorno, ho una laurea triennale in scienze ambientali presa all' Università del Salento sei anni fa...vorrei sapere se posso accedere all'esame e se sono esente dal tirocinio. Grazie

    RispondiElimina
  21. Buonasera. Il DIPARTIMENTO DI SCIENZE E TECNOLOGIE BIOLOGICHE E AMBIENTALI dell'Università del Salento è convenzionato con il Collegio Nazionale. Lei dunque è esentato dal tirocinio semestrale (deve solo presentare domanda utilizzando lo specifico fac-simile, che troverà nel sito www.agrotecnici.it dopo la pubblicazione dell'Ordinanza ministeriale sugli esami).

    RispondiElimina
  22. Salve, ho una laurea triennale in Scienze e tecnologie per la conservazione delle foreste e della natura (L25) conseguita nel 2014 preso l'Università degli studi della Tuscia, purtroppo sto cambiando corso magistrale e quindi ho preso la decisone di iscrivermi all'albo nell'attesa. Volevo sapere se devo fare il tirocinio oppure sono esente, grazie.

    RispondiElimina
  23. Buongiorno, non deve fare alcun tirocinio. L'Università della Tuscia, infatti, è convenzionata con il Collegio Nazionale. Lei dunque è esentato dal tirocinio semestrale (deve solo presentare domanda utilizzando lo specifico fac-simile, che troverà nel sito www.agrotecnici.it dopo la pubblicazione dell'Ordinanza ministeriale sugli esami).

    RispondiElimina
  24. Buongiorno, ho una laurea specialistica in Scienze Naturali, quindi sono del tutto nuova alle materie dell'esame di stato, attualmente (per fortuna!) sto anche lavorando, quindi sono un poco preoccupata per la preparazione e per il tempo necessario, avreste qualche consiglio da darmi in merito o magari esiste qualche blog/forum di Naturalisti dove potrei chiedere?
    Altra domanda più tecnica: è sufficiente l'autocertificazione del titolo di laurea o serve anche quella degli esami sostenuti?
    Grazie

    RispondiElimina
  25. Buongiorno. Il nostro suggerimento è quello di non preoccuparsi eccessivamente. Esistono infatti numerosi ed efficaci ausili per la preparazione agli esami; le ricordiamo i tre più efficaci: 1. la frequenza a Corsi di preparazione (gratuiti) organizzati dal Collegio Nazionale in prossimità delle prove; 2. la possibilità di utilizzare durante le prove Manuali tecnici (e ne esiste uno specifico, lo trova a questo link http://www.agrotecnici.it/acquisto_manuale.htm ); 3. la possibilità di avere dispense gratuite on-line con le quali prepararsi.
    Per quanto riguarda blog di Naturalisti, le indichiamo le due associazioni convenzionate con il Collegio Nazionale: AIN http://www.ain-it.com/ ed AISA https://twitter.com/aisa_italia/status/780359846789058561.
    Infine è sufficiente che lei alleghi alla domanda una copia semplice della sua laurea (o del certifica) mentre per gli esami basterà una autocertificazione. Cordiali saluti.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie per la risposta, chiedo solo un chiarimento: quindi serve anche l'autocertificazione di tutti gli esami sostenuti con relativo voto?
      Cordiali saluti

      Elimina
  26. Il voto è irrilevante, basta una autocertificazione complessiva degli esami superati. Oppure anche l'elenco rilasciato dalla Segreteria del corso di laurea.

    RispondiElimina
  27. Buonasera, ho una laurea triennale in scienze ambientale conseguita presso la Sapienza di Roma, ateneo non convenzionato. Volevo avere un'informazione in merito al tirocinio di sei mesi. Sto attualmente svolgendo il progetto garanzia giovani presso una comunità montana -area forestazione della durata di sei mesi. Volevo chiedere se tale percorso può valere quale tirocinio necessario per l'iscrizione all'albo. La ringrazio.

    RispondiElimina
  28. Buonasera. Premesso che la valutazione del percorso alternativo al tirocinio professionale richiede una valutazione effettiva del caso concreto, in linea di principio la risposta è positiva.
    Le attività che lei svolge attualmente presso una Comunità Montana, per come sinteticamente le descrive, sembrano assolutamente coerenti con le attività professionali degli Agrotecnici e degli Agrotecnici laureati e pertanto idonee a sostituire il tirocinio.

    RispondiElimina
  29. Salve, per la compilazione della domanda per laureati ho alcuni dubbi. Io accedo con la laurea magistrale LM-4 mentre la mia triennale è stata "usata" per l'assolvimento dei 6 mesi di tirocinio (ATS). Quindi non devo barrare la casella corrispondente a "di possedere una laurea di primo livello...perciò di poter accedere direttamente all'esame"? Inoltre l'attestato di riconoscimento dell'attività agricola subordinata rilasciata dal collegio locale è facoltativa allegarlo? Io invierò tutto via PEC. Grazie

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Buon pomeriggio. Se lei ha due lauree (come sembra di capire) deve accedere con la classe LM-4 (utilizzando il modello di domanda per "laureati magistrali" nel quale barrerà la prima casella (anche il possesso di laurea triennale, ricordandosi di allegarne una fotocopia semplice). Non deve fare altro.
      Infatti, qualora abbia anche una laurea triennale, non le serve l'attestato di riconoscimento di ATS-Attività Tecnica Subordinata (il quale, viceversa, servirebbe se NON avesse la triennale). Cordiali saluti.

      Elimina
    2. In realtà ho già l'attestato di riconoscimento ATS perchè il requisito di accesso mi è stato prodotto attraverso il riconoscimento degli esami professionalizzanti della triennale (da parte del collegio locale). Quindi con la laurea LM-4 accedo agli esami. La mia triennale (L-17) non è laurea idonea per l'accesso agli esami, per questo ho dovuto chiedere il riconoscimento di esami della stessa triennale, inerenti alla professione di agrotecnico. Non so se è chiara la questione. Dite che devo barrare la prima casella solo? Grazie ancora

      Elimina
    3. Buongiorno. In questo caso, no. Con queste ulteriori informazioni che ci ha fornito, avendo lei già il nulla-osta di semestre equivalente assolto, deve barrare la seconda casella.

      Elimina
  30. Buongiorno, se ho una laurea di primo livello in agraria posso richiedere la certificazione di un attività subordinata in campo agricolo-sociale allegando il tutto alla domanda di ammissione all'esame di stato?
    Per poter riconoscere i 3 mesi mancanti di tirocinio.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Buon pomeriggio. La risposta è positiva: può chiedere la certificazione di attività subordinata nel settore agricolo-sociale; la domanda di riconoscimento va inviata al Collegio degli Agrotecnici e degli Agrotecnici laureati della Provincia di sua residenza che le potrà indicare anche uno studio professionale dove "completare" il periodo di sei mesi di tirocinio, qualora quello a lei riconosciuto fosse inferiore.
      Lei non indica dove abita, ma a questo link trova tutti i recapiti dei Collegi italiani http://www.agrotecnici.it/collegi_locali.htm . Potrà così facilmente contattare quello competente.

      Elimina
    2. Salve, abito in provincia di Ancona e mi sono lauerato presso la Facoltà di Agraria dell'Università Politecnica delle Marche.
      Un altro quesito che Le pongo è se alla domanda devo allegare un copia cartacea della laurea originale fatta da me oppure deve essere richiesta alla segreteria dell'università in cui mi sono laureato?

      Elimina
    3. Buonasera. Lei può naturalmente autocertificare il possesso della laurea tuttavia se le è possibile ne alleghi una fotocopia semplice aiuta gli uffici a gestire meglio la domanda. Che può anche inviare (se la possiede) a mezzo PEC.

      Elimina
  31. Buongiorno. Non riesco bene a comprendere l'iter per iscriversi agli esami abilitanti.
    Una volta che ho tutti i documenti pronti e le tasse pagate, dove devo presentarli ? Personalmente alla scuola regionale sede degli esami per sottoscrivere i documenti come richiesto sull'ordinanza? E quindi successivamente mandare una raccomandata a/r?
    Oppure basta semplicemente solo mandare una raccomandata a/r?

    Grazie

    RispondiElimina
  32. Buongiorno. Lei deve scaricare dal sito www.agrotecnici.it il fac simile di domanda, da scegliere secondo il titolo di studio da lei posseduto. Lo compila, vi appone una marca da bollo da 16 euro, effettua i 2 versamenti (quello all'Erario e quello all'Istituto sede d'esame, che sceglie lei), unisce alla domanda tutti gli allegati. Poi ha due scelte:
    1. se ha una PEC può scannerizzare tutto e spedirlo ad: agrotecnici@pecaagrotecnici.it;
    2. oppure può inviare una raccomandata AR all'indirizzo già stampigliato nel modulo di domanda che ha scaricato dal nostro sito;
    e se avesse altri dubbi, può chiamare il numero 0543-720.908 dove c'è un servizio di assistenza.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ringrazio per la cortesia e la velocità nel rispondere.

      Elimina
    2. Grazie a lei dell'apprezzamento, peraltro pubblico. Vorremmo aggiungere che questa è la politica dell'Albo degli Agrotecnici: essere accoglienti, inclusivi ed utili agli iscritti (effettivi e potenziali) . Cordiali saluti.

      Elimina
  33. Salve, ho quasi ultimato la domanda. Il modello F23 l'ho stampato dal sito web dell' Agenzia delle entrate e sono tre pagine. Ho pagato alle Poste Italiane e una di queste pagine è stata trattenuta alle Poste. Devo scannerizzare le altre due pagine rimanenti da allegare alla domanda (invierò via PEC) oppure vi serve solo una di queste? Inoltre l'1,55 euro da versare all'Istituto su conto corrente bancario può essere versato tramite bonifico online o bisogna recarsi in banca? Sui due versamenti penso si debba specificare qualcosina in più sul sito web degli Agrotecnici. Grazie

    RispondiElimina
  34. Buonasera. Premesso che si può sempre far meglio (ed anzi ogni suggerimento in questo senso è gradito) non sapremmo che altro aggiungere per una migliore compilazione del Modello F23 più che mettere un fac-simile di compilazione: http://www.agrotecnici.it/materiale_esami_2018/COME_SI_COMPILA_IL_MODELLO_F23.pdf Dal momento che le 3 copie del Mod. F23 sono uguali, è sufficiente ne alleghi una (oppure che la scannerizzi, se invia la domanda mezzo PEC). I bonifici bancari sono di identico effetto sia se fatti on-line che allo sportello, dunque indifferente. La sede d'esame la sceglie lei, fra queste: http://www.agrotecnici.it/materiale_esami_2018/sediesame2018.htm Se invia domanda per posta, serve l'originale di questo versamento, se la invia per PEC, il solo PDF.
    Se avesse altri dubbi ci scriva oppure telefoni al n. 0543-720.908 dove c'è un servizio di assistenza (negli orari d'ufficio).

    RispondiElimina
    Risposte
    1. I servizi di Web Banking della mia Banca (Banca BPM) consentono di pagare on-line anche i modelli F23 cosi come i modelli F24, nonchè tutta una serie altri strumenti di pagamento. Il tutto avviene compilando appositi campi dati nelle sezioni dedicate per perfezionare alla fine il pagamento.Vale anche questa modalità di pagamento ai fini del pagamento per il caso specifico della tassa dovuta per l'esame di abilitazione?
      Grazie

      Elimina
    2. Certamente si. La modalità di pagamento è ovviamente indifferente, nel senso che sono equivalenti. L'importante è poter allegare alla domanda la ricevuto del pagamento eseguito.

      Elimina
  35. Buongiorno,io ho due quesiti da porre... Manderò tutta la documentazione della richiesta di partecipazione tramite PEC; per la marca da bollo devo allegare la ricevuta di acquisto di "marca da bollo on-line" oppure posso acquistare quella classica adesiva e fare la scansione della prima pagina della domanda con marca da bollo applicata? La seconda domanda è questa: lavoro come perito agrario in una Comunità Montana dal 2002, perciò indicherò di avere svolto attività tecnica subordinata... Basta descrivere le attività che ho svolto nel curriculum, oppure devo fare una richiesta/documento a parte per il riconoscimento? Grazie...

    RispondiElimina
  36. Buongiorno. Per la marca da bollo deve acquistare quella adesiva ed apporla sulla domanda prima di scansionarla in PDF.
    Per quanto attiene alla sua attività lavorativa, nel presupposto che svolga compiti tecnico-amministrativi, essa è ridondante rispetto ai 18 mesi richiesti per legge; nella domanda dovrà quindi barrare la casella "b", semplicemente unendo ad essa il suo CV. Successivamente (ha tempo fino a novembre 2018, ma non si riduca all'ultimo giorno) deve presentare al Collegio degli Agrotecnici e degli Agrotecnici laureati della sua provincia di residenza la richiesta del riconoscimento dell'attività tecnica subordinata e del rilascio del nulla.osta agli esami. Lei non ha indicato dove abita, ma a questo link trova tutti i recapiti dei Collegi italiani http://www.agrotecnici.it/collegi_locali.htm . Cordiali saluti.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Le riposto il link: http://www.agrotecnici.it/collegi_locali.htm

      Elimina
    2. Grazie per la cortese e chiara risposta!
      Cordialmente...
      Luca

      Elimina
  37. Buongiorno.

    Premessa: ritengo l'Albo degli Agrotecnici e Agrotecnici laureati un riferimento non solo professionale/tecnico nel settore ma anche come esempio da seguire nella lotta alla malpolitica, ai soprusi tecnico-giuridici e alle "irragionevolezze" di "alcune" istituzioni che obbligano al continuo confronto legale (ricorsi, per giunta sempre vincenti, ma correggetemi se sbaglio!). Inoltre noto la dovizia dei particolari con cui viene illustrata e pubblicizzata la professione, nonchè la continua pubblicazione chiara di informazioni e novità, che dimostra una "vicinanza" non indifferente al pubblico e agli iscritti/aspiranti abitati-iscritti. Per questo avete la mia ammirazione e fiducia e questo mi fa preferire questo ordine ad altri.
    Ho conseguio da poco una laurea magistrale in Classe LM-6 Biologia (Università CT) ma possiedo una seconda laurea quadriennale vecchio ordinamento quadriennale (ante DM 509/99)in Scienze Naturali (Università ME)(equipoll. a Classe 68/S ed LM-60 e "assorbente" la classe 27 ed L-32)(quindi, si, ho qualche annetto sulle spalle!);
    I miei quesiti sono i seguenti:

    1)come procedo a compilare la domanda di ammissione visto che il caso specifico non è contemplato nell'apposito modello (domanda per laureati magistrali)?
    2)dalla lettura dei blog passati rilevo che avere due titoli di laurea idonei consente l'accesso diretto all'esame, senza necessità di specifico tirocinio; confermate?;
    3)avete pubblicato una versione "rettificata" dell'ordinanza MIUR? cosa significa? confermate per la Sicilia la unica sede di Castelbuono, nonostante l'ordinanza ufficiale presenti un secondo Istituto in Catania (IIS FermiEredia)?
    4)la pubblicazione in forte ritardo dell'ordinanza degli esami ha spostato anche le date delle prove a novembre 2018 (28 e 29 novembre le prove scritte); in parallelo avrei intenzione anche di sostenere l'esame di stato per l'abilitazione alla professione di Biologo Sez. A - seconda sessione 2018(prima prova 14 novembre): c'è qualche incompatibilità?
    5) è necessario che debba interfacciarmi col collegio locale di Catania (essendo io della provincia di Catania) per definire qualche dettaglio/nulla osta/altro?
    6) sono dipendente pubblico di una amministrazione statale: come si rapporta questo con l'abilitazione e l'eventuale iscrizione? esiste l'elenco speciale (come per altre professioni, come i biologi) apposito per quelli nella mia situazione? e se si cosa comporterebbe?
    Vi ringrazio per l'attenzione che vorrete accordarmi
    Cordiali saluti

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Buonasera. Intanto la ringraziamo per le cortesi parole che ha speso nei nostri confronti. La sua descrizione ha colto, con splendida sintesi, ciò che in nostro Albo cerca di essere essere; una istituzione al servizio dei propri iscritti (dove per "servizio" si intende totale disponibilità), capace di migliorare la loro vita e, per l'effetto, il nostro stesso Paese. Il suo riconoscimento è il premio più bello al nostro lavoro!
      Venendo invece ai quesiti che ha posto, le precisiamo:
      1. Nella domanda Modello "lauree magistrali" lei dovrà barrare il secondo riquadro e nella seconda pagina indicherà i titoli di studio ulteriori alla laurea LM-6.
      2. Non dovrà fare altro, perchè sarà cura degli uffici gestire poi la domanda; per questo non ha bisogno di interfacciarsi con il Collegio di Catania (che può comunque contattare per qualunque sua necessità).
      3. L'Ordinanza "rettificata" significa che è stata "ripulita" da grossolani errori dell'ufficio del MIUR che l'ha redatta (nonostante questi errori siano stati, più volte, formalmente segnalati); abbiamo ritenuto di dover far questo per evitare di complicare le procedure e creare incertezze ai candidati, evitando loro di compiere errori anche grossolani (come l'invio di domande ad indirizzi sbagliati, ecc.).
      4. La sede d'esame dovrebbe essere una sola per Regione, ed in effetti per 20 anni così è sempre stato; quest'anno invece il MIUR ne ha indicate (vai tu a sapere perchè...) due. Abbiamo perciò ritenuto di esporre una sola sede, quella che ha ben funzionato negli anni scorsi.
      5. Lei naturalmente può presentare validamente domanda anche per l'altra sede (salvo successiva conferma di una delle due sedi).
      6. Il forte ritardo nella pubblicazione dell'Ordinanza (peraltro: senza apparenti ragioni fondate) è un danno ai candidati ed una mancanza di rispetto per loro e per i Commissari d'esame, costretti agli orali più o meno a Natale.
      7. Non vi sono incompatibilità, ne di esame ne di iscrizione, con l'Albo dei Biologi.
      8. Nell'Albo degli Agrotecnici e degli Agrotecnici laureati non esiste più da tempo l'elenco speciale, ma l'Albo e la numerazione sono uniche. Unicamente i dipendenti pubblici sono contrassegnati con "una nota a margine" che indica il loro status.
      9. Come dipendente pubblico lei può iscriversi nell'Albo ma non può svolgere attività professionale se non previa autorizzazione della sua Amministrazione (se invece fosse in regime contrattuale di part-time potrebbe anche fare, contemporaneamente, il libero professionista).
      Cordiali saluti, e grazie ancora.

      Elimina
  38. Salve, mi piacerebbe fare l'esame di stato da Agrotecnico laureato in quanto nel campo della nutrizione umana LM61 non ho trovato molto, e se mi iscrivo nell'albo dei Biologi non avrei molte competenze che invece avrei qui, in quanto ho una triennale in Agraria e magistrale in Scienze della nutrizione umana, ho scelto di iscrivermi a questo albo per le tante competenze che ci sono. Mi piacerebbe sapere quali possono essere gli ambiti che un laureato nutrizionista può trovare all'interno di questo albo, come potrei valorizzare queste mie conoscenze ?

    RispondiElimina
  39. Buonasera. Questo blog è dedicato alle informazioni su come presentare domanda agli esami di Stato abilitanti, sugli ausili che il Collegio mette a disposizioni dei candidati, sulle modalità di svolgimento delle prove, ecc.
    Lei pone invece una domanda sugli ambiti professionali del nutrizionista, in effetti estranea al contesto; possiamo indicarle dove trova tutte le (molte, come lei stesso ha rilevato) competenze professionali degli Agrotecnici e degli Agrotecnici laureati e precisamente a questo link http://www.agrotecnici.it/competenze.htm
    in modo tale che possa riscontrare se, fra esse, ve ne sono di suo interesse, oltre a sottolinearle i vantaggi della previdenza professionale: http://www.agrotecnici.it/agrotecnici_primi_in_assoluto.htm
    Se comunque avesse ulteriori dubbi sulle competenze professionali o volesse suggerimenti al riguardo la invitiamo ad inviare una mail al Collegio Nazionale ( agrotecnici@agrotecnici.it ) che le risponderà al riguardo. Cordiali saluti.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mi scuso per essere stato indiscreto, ma visto la gentilezza nelle risposte e la rapidità, e visto la mia intenzione a iscrivermi mi servivano dei chiarimenti, non pensavo di nuocere. Mi scuso nuovamente non capiterà più, proverò a chiamare
      Cordiali saluti

      Elimina
    2. Buongiorno. Nessun problema, non lo dica nemmeno per scherzo! Semplicemente non siamo in grado di potere risponderle in modo utile ed esauriente (avendo questo blog diversa finalità). Ma se scrive, come le abbiamo suggerito, al Collegio Nazionale, stia sicuro che riceverà in breve tempo tutte le risposte che desidera.

      Elimina
  40. Salve, i miei genitori che lavorano al ministero hanno la PEC, posso utilizzare la loro mail per inviare la domanda oppure è necessario che sia intestata a me
    Cordialmente
    Alessandro Meloni

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Si, può utilizzare la PEC di un suo genitore; sappia però che tutte le successive comunicazioni saranno inviate all'indirizzo PEC da cui proviene la domanda (per cui l'intestatario dovrà farle avere tempestivamente le eventuali comunicazioni). Le ricordiamo che, una volta iscritto all'Albo, potrà avere una PEC gratuita fornita dal Collegio.

      Elimina
  41. Salve la domanda va indirizzata anche all'istituto dove si svolge l'esame o può essere inviata solo al Collegio Nazionale?

    RispondiElimina
  42. Buongiorno. La domanda deve essere inviata SOLO ED ESCLUSIVAMENTE al Collegio Nazionale (per posta, all'indirizzo stampigliato sul fac-simile o per pec), i cui uffici penseranno poi ad istruirla e smistarla alle Commissione d'esame competente.

    RispondiElimina
  43. Buongiorno,
    per il versamento di euro 1,55 all'Istituto di riferimento in cui svolgere l'esame è ammesso bonifico con Home Banking? In tal caso, nella causale del bonifico deve essere riportata una particolare dicitura?
    Grazie.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Buonasera. Si, è ammesso il bonifico on-line. Nella causale, in base agli spazi che ha disponibili, indica il riferimento all'esame nel modo più preciso possibile; ad esempio "Esame abilitante Albo Agrotecnici 2018". Abbreviando, se non ci sono campi di scrittura sufficienti.

      Elimina
  44. Salve. È obbligatorio compilare il curriculum in versione europea o va bene anche quello AlmaLaurea?

    RispondiElimina
  45. Buongiorno, va bene un qualunque formato di CV e quindi anche quello di AlmaLaurea. L'indicazione del CV europeo è fatto esclusivamente per cercare di armonizzare le informazioni, ma non è obbligatorio.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. la ringrazio per la risposta esaustiva e colgo l'occasione per fargliene un'altra: È obbligatorio iscriversi all'albo della provincia di residenza? perché io sono domiciliato altrove. Grazie nuovamente

      Elimina
    2. Buongiorno. Una volta abilitato, la domanda deve essere fatta necessariamente presso il Collegio dove si risiede, ovviamente l'iscritto può svolgere la sua attività su tutto il territorio nazionale.
      Questa regola prevede una sola eccezione: se lei abita in una Provincia ma lavora in un 'altra ovvero ha in altra provincia il centro dei suoi interessi professionali allora può iscriversi in questa altra Provincia.

      Elimina
  46. Buongiorno,
    personalmente non ho una PEC, ma la cooperativa per cui lavoro sì, è possibile utilizzare quella per l'invio della documentazione?
    Grazie

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Si, può utilizzare la PEC di un diverso soggetto; sappia però che tutte le successive comunicazioni saranno inviate all'indirizzo PEC da cui proviene la domanda (per cui l'intestatario dovrà farle avere tempestivamente le eventuali comunicazioni). Le ricordiamo che, una volta iscritto all'Albo, potrà avere una PEC gratuita fornita dal Collegio.

      Elimina
  47. Salve, faccio una premessa,
    ho chiamato al numero 0543720908 per avere chiarimenti circa il dove inserire la sede di esami perché pensavo ci fosse un modulo separato, mi è stato risposto in modo poco gentile da parte di una signora in questo modo "se lei i moduli non li legge è difficile .." come se fossi stupido, non ho alzato polemiche perché ero già incasinato con altre cose, però può capitare a tutti che tra le tante cose da fare possano sfuggire due righe su un numero elevato di moduli.
    Quindi la tanto decantata disponibilità per me c'è stata ma non come mi aspettavo, mi sono sentito offeso.
    Comunque, ho due domande:
    1) L'1,55 posso pagarlo tramite un bonifico con la mia cartaconto Hype di Banca Sella ? Devo poi allegare il documento che mi dice a chi ho intestato il bonifico ?
    2) Come certificato di laurea posso usare quello scaricato dal mio portale dell'Università, che loro certificano che mi sono laureato dal loro con data e voto e da loro firmato ?

    RispondiElimina
  48. Buongiorno, se non ha trovato adeguata assistenza, ce ne scusiamo e le chiediamo di comprendere che il personale che risponde al telefono riceve moltissime telefonate, spesso tutte uguali, e talvolta può non rispondere nel modo atteso dall'utente.
    Escluda comunque da parte nostra un qualunque intento "offensivo", se lo ha percepito, ne comprenda la non volontarietà.
    Ora le sue domande:
    1. Non conosciamo il funzionamento della "Cartaconto Hype", ma se questa è in grado di effettuare un bonifico, va bene. Ovviamente lei deve essere in grado di allegare la stampa dell'avvenuta esecuzione del bonifico stesso, che va allegata alla domanda.
    2. Si, può certamente utilizzare il certificato di laurea scaricato dall'Università.
    Ci scusi ancora per l'incomprensione, cordiali saluti.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. In pratica una volta fatto il bonifico, scarico la contabile dell'avvenuto bonifico e lo spedisco in allegato con gli altri documenti tramite PEC.
      Il certificato è la "Dichiarazione sostitutiva di certificazione" scaricata dalla mia pagina del portale dell'Università con la firma del dichiarante, la mia in pratica.
      Scuse accettate per l'incomprensione sono cose che capitano.
      A presto

      Elimina
  49. Salve, per il bonifico, l'intestatario è per esempio "IIS San Benedetto" oppure devo metterci pure Latina la via ecc

    Grazie mille

    RispondiElimina
  50. Buonasera, ho inviato da poco la domanda per l'esame di stato via PEC. Il modello F23 l'ho pagato alle Poste e scannerizzato, invece il bonifico di 1,55 euro l'ho fatto online e vi ho allegato il PDF che mi da il sito della banca (con anche il codice di riferimento TRN). Se ci dovessero essere problemi o errori, potete contattarci? In ogni caso come si può sapere se la domanda è stata accettata nel senso che non manca nulla? Grazie ancora.

    RispondiElimina
  51. Tutte le domande vengono controllate e, in particolare all'inizio (cioè in questo periodo) quando sono ancora poche, se ci sono carenze od errori, i candidati vengono subito contattati perchè provvedano a sanarle. Se lei non viene contattato significa che la sua domanda è corretta ed accolta. Poi, più avanti, conclusi tutti i controlli, dopo che il MIUR avrà emesso il decreto di conferma delle sedi, riceverà anche una formale comunicazione di accoglimento.

    RispondiElimina
  52. Buongiorno
    La presente per chiedervi le seguenti
    informazioni:
    - per chi sostiene l'esame viene rilasciato l'attestato di frequenza per usufruire del permesso studio
    - un agrotecnico iscritto all'albo può effettuare prestazioni occasionali
    Nel ringraziarvi anticipatamente vi faccio i mie complimenti per il lavoro che svolgete per i vostri iscritti
    Cordiali saluti

    RispondiElimina
  53. Buongiorno, ed intanto grazie per le cortesi espressioni nei nostri confronti. Sebbene le Commissioni d'esame dipendano dal MIUR (e non dal Collegio Nazionale) è certamente possibile farsi rilasciare un attestato, sia per le prove scritte che per quelle orali. Analogamente è possibile richiedere un attestato anche per la frequenza del Corso preparatorio (semmai volesse frequentarlo, perchè facoltativo).
    Per ciò che attiene alle prestazioni occasionali la questione è controversa (c'è chi sostiene che non vi può essere occasionalità per chi sceglie di iscriversi in un Albo e c'è chi l'ammette sotto una certa soglia od in base alla frequenza della prestazione); tuttavia non siamo in condizione di darle una risposta precisa, perchè questo blog è riservato esclusivamente a domande e risposte sugli esami di abilitazione e quanto connesso ad essi. Le suggeriamo di scrivere direttamente al Collegio Nazionale (la mail è: agrotecnici@agrotecnici.it ) ponendo il quesito sull'occasionalità; le risponderanno, come sempre, in breve tempo.

    RispondiElimina
  54. Salve, innanzitutto credo che l'albo degli Agrotecnici sia unico a livello nazionale, ogni professionista parla male del proprio albo, mentre voi sembra abbiate proprio a cuore gli iscritti e i futuri, direi una comunità non un albo.
    Ora il quesito: io ho inviato tutto tramite PEC, se nel caso ci fosse qualche mancanza verrei contattato ?
    Perché il non sapere se tutto è in ordine mi crea un po' di pensiero.
    Cordiali saluti
    Alessandro

    RispondiElimina
  55. Buonasera, grazie intanto per le parole di considerazione nei nostri confronti. Effettivamente la nostra idea di Albo è precisamente quella di un "comunità" di persone che si aiutano e crescono insieme.
    Quanto alla sua domanda, questa viene controllata e se vi sono errori o mancanze lei sarà immediatamente contattato per risolverle, di questo può stare tranquillo: dei circa 15.000 candidati che hanno presentato domanda in questi anni, nessuno è rimasto indietro! Pertanto, se non riceve nulla, significa che la domanda è regolare.
    Più avanti riceverà comunque due comunicazioni: una circa in agosto, che la inviterà a frequentare i Corsi preparatori (comunque facoltativi) ed una ad ottobre, di conferma della sede l'esame. Cordiali saluti.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie mille, un'ultima cosa, quando avrò accesso alle dispense per preparare l'esame da sito del Collegio Nazionale degli Agrotecnici ?
      Saluti

      Elimina
    2. Dovrà attendere che pervengano tutte le domande (circa 8-10 luglio) e poi che queste vengano caricate a sistema. A caricamento terminato, il sistema genera una password per ogni candidato. Sarà data una comunicazione, di questo m omento, sul sito www.agrotecnici.it

      Elimina
  56. Buongiorno, avrei una curiosità in merito alla compilazione della domanda.
    Nella domanda di ammissione per i possessori di laurea specialistica, magistrale o vecchio ordinamento nel caso in cui viene utilizzato come requisito di ammissione il tirocinio semestrale, se si vuole inserire oltre al titolo di laurea magistrale anche il titolo di laurea triennale quest'ultima può essere dichiarata nella sezione documenti facoltativi ? grazie
    distinti saluti

    RispondiElimina
  57. Buongiorno. L'eventuale possesso di una laurea triennale va indicata da entrambe le parti, sia nella prima facciata della domanda (c'è una casella da barrare) che nell'elenco degli allegati. E' buona cosa unire anche copia semplice della laurea, per facilitare il lavoro di verifica.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie mille per la delucidazione
      Saluti

      Elimina
  58. Salve, oggi sono andato alle poste, vi ho inviato la raccomandata. Ho firmato lateralmente tutti i fogli del curriculum vitae compreso l'ultimo dimenticandomi però di firmare sotto l'apposito spazio e di inserire la data. Questo potrebbe compromettere qualcosa? grazie in anticipo

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Buonasera, non si preoccupi: questo "errore" non compromette la domanda, che resta valida. Sarà l'ufficio preposto al controllo delle domande che deciderà come sanare l'errore, ad esempio chiedendo di inviare la pagina questa volta firmata oppure ancora far procedere regolarmente la domanda e rinviare la firma allo stesso giorno delle prove scritte, prima di iniziarle, oppure ancora in altro modo.

      Elimina
  59. Buongiorno vorrei sapere se è possibile inserire nella domanda due sedi di esame.Se si successivamente sarò contattato da voi per comunicare la mia scelta?
    Grazie

    RispondiElimina
    Risposte
    1. No, non è possibile. Lei deve indicare UNA sola sede di esame, diversamente la domanda non sarebbe valida. Per fondati motivi e per circa 35 giorni successivi alla chiusura dei termini di presentazione della domande (ultimo giorno: 25 giugno) lei può motivatamente chiedere di cambiare sede di esame, allegando alla domanda un nuovo versamento di euro 1,55 a favore della nuova sede scelta.

      Elimina
  60. Buongiorno,
    scusi posso farle una domanda a carattere lavorativo. Un laureato in agraria può avere con un azienda privata uno o due co.co.co. (collaborazioni coordinate e continuative) che riguardano in alcuni obiettivi l'ambito agrario (fare un orto, seguire manutenzione aree verdi)?
    Nel caso di un solo laureato non iscritto a nessun albo.

    RispondiElimina
  61. Buongiorno. Questo blog è dedicato alle informazioni su come presentare domanda agli esami di Stato abilitanti, sugli ausili che il Collegio mette a disposizioni dei candidati, sulle modalità di svolgimento delle prove, ecc.
    Lei pone invece una domanda sulla liceità di intrattenere rapporti lavorativi di tipo "occasionale" , in effetti estranea al contesto e per la quale non siamo pertanto in grado di rispondere. Al riguardo le suggeriamo di inviare una mail al Collegio Nazionale ( agrotecnici@agrotecnici.it ) che le risponderà; nella mail però deve fornire maggiori e completi dati (oggetto del rapporto di collaborazione, durata dello stesso, importo presumibile dei compensi, ecc.) perchè diversamente non sarebbe possibile rispondere correttamente. Cordiali saluti.

    RispondiElimina
  62. Salve
    Vorrei una info riguardo l'obbligo di effettuare il tirocinio professionale per poter accede all esame di stato.Premetto che possiedo una laurea triennale in scienze biologiche e una magistrale in biologia(LM6) conseguita presso l'universita' degli studi di Salerno.Sono gia' iscritto all albo nazionale dei biologi.Devo in ogni caso effettuare il tirocinio di 6 mesi?
    grazie anticipatamente

    RispondiElimina
  63. Buongiorno. No, può evitarlo. Facendosi riconoscere la prima laurea triennale (e più esattamente i CFU professionalizzanti ivi svolti, ma questo è un dettaglio) come percorso sostitutivo del tirocinio.
    Userà la laurea magistrale come titolo di accesso all'esame. Le basta barrare le due caselle che trova nel modulo di domanda (link http://www.agrotecnici.it/materiale_esami_2018/DomandaLaureatiMagistraliVecchioOrdinamento2018.pdf ) unendo copia semplice delle due lauree. E niente altro (le attestazioni che servono saranno acquisite d'ufficio dall'Albo stesso).

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Salve, in una mia precedente domanda molto simile a questa mi avevate indicato di barrare solo la seconda casella. In pratica mi sono fatto riconoscere i CFU professionalizzanti della triennale e nella domanda ho indicato solo la magistrale biennale (la triennale in pratica l'ho riportata solo nel curriculum allegato). Non so se per voi è lo stesso! Saluti

      Elimina
    2. Si, non cambia nulla. Tutte le domande vengono attentamente controllate e valorizzate le situazioni di chi ha più titoli.
      In ogni caso, se servisse qualcosa, sarà l'apposito ufficio del Collegio Nazionale a contattarla. Buona serata.

      Elimina
  64. Salve e buon pomeriggio, una curiosità... nel momento in cui viene inoltrata la domanda tramite PEC come si fa capire che la domanda inoltrata sia stata accolta e sia completa di tutto l'occorrente per essere accettata? provvederete voi a comunicarlo tramite PEC o posta elettronica standard oppure con altra comunicazione?
    grazie saluti

    RispondiElimina
  65. Buon pomeriggio a lei. Tutte le domande vengono scrupolosamente controllate e se vi sono errori o mancanze i candidati vengono immediatamente contattato per risolverle. Pertanto, se non riceve nulla, significa che la domanda è regolare.
    Più avanti riceverà comunque due comunicazioni: una circa in agosto, che la inviterà a frequentare i Corsi preparatori (comunque facoltativi) ed una ad ottobre, di conferma della sede l'esame. In 20 anni di esami di abilitazione non si è mai verificato alcun problema.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie mille per la delucidazione saluti

      Elimina
  66. Buongiorno. Ho la laurea triennale in Economia e Management aziendale ( classe 17).per sostenere l esame di agrotecnico laureato devo svolgere il tirocinio?
    Grazie

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Buongiorno. Tutti i laureati devono svolgere il tirocinio, indipendentemente dalla laurea conseguita, a meno che non provengono da una Università convenzionata (nel qual caso ne sono esentati, in tutto od in parte); a questo link trova gli Atenei convenzionati http://www.agrotecnici.it/evitano_pratica.htm
      Le ricordiamo comunque che per completare il tirocinio c'è tempo fino al 28 novembre 2018 (giorno precedente l'inizio degli esami) e che lo stesso è sostituibile con percorsi formativi professionalizzanti la cui congruità, se già svolti, viene valutata dal Collegio degli Agrotecnici e degli Agrotecnici laureati della provincia di residenza del richiedente. A questo i recapiti dei Collegi territoriali http://www.agrotecnici.it/collegi_locali.htm

      Elimina
  67. Buongiorno. Mi scuso per l'ennesima domanda a cui dovete rispondere e vi ringrazio in anticipo della pazienza. Sono laureato triennale in L-32 presso l'Università Politecnica delle Marche (ancona) e laureato magistrale in LM-75 presso l'Alma Mater Studiorum Università di Bologna (sede di Ravenna). Ho trovato la classe L 32 nell'elenco dei corsi che devono svolgere il tirocinio. Avendo tuttavia un titolo magistrale, sono esentato? Vi ringrazio nuovamente della risposta. Buona giornata

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Buonasera. Si è esentato perchè può farsi riconoscere la prima laurea triennale (e più esattamente i CFU professionalizzanti ivi svolti, ma questo è un dettaglio) come percorso sostitutivo del tirocinio.
      Userà la laurea magistrale come titolo di accesso all'esame. Le basta barrare le due caselle che trova nel modulo di domanda (link http://www.agrotecnici.it/materiale_esami_2018/DomandaLaureatiMagistraliVecchioOrdinamento2018.pdf ) unendo copia semplice delle due lauree. E niente altro (le attestazioni che servono saranno acquisite d'ufficio dall'Albo stesso).

      Elimina
  68. Buongiorno, vorrei porvi una domanda:
    è possibile sostenere gli esami di abilitazione di agrotecnico ed agronomo nello stesso anno?
    Da quanto ho capito la prima prova per gli esami di abilitazione di agrotecnico sarà dopo il 28 novembre; riguardo le prove per l'esame di abilitazione come agronomo, invece, so che inizieranno dal 15 novembre.
    Grazie

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Buonasera. E' certamente possibile. Un soggetto, se ne ha titoli (e la voglia), può sostenere tutti gli esami di abilitazione professionale ai quali gli è consentito accedere. Per completezza, le precisiamo che una volta superate entrambe le abilitazioni una persona può essere iscritta contemporaneamente ad entrambi gli Albi da lei citati.

      Elimina
  69. Buongiorno, devo conseguire la laurea specialistica LM69 in Scienze e Tecnologie Agrarie nel mese di luglio 2018.
    Dovendo compilare il modello di domanda di ammissione "per i possessori di laurea specialistica (ovvero che lo conseguiranno entro la data...)", negli allegati vi è la richiesta di una "copia della laurea specialistica". Nel mio caso cosa allego?
    Grazie.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Buonasera. Può comportarsi così: nella domanda scrive la data di presumibile conseguimento della laurea magistrale (perciò, anzichè "conseguita" scriverà ad esempio: "in conseguimento entro il 31 luglio 2018"), indicando ovviamente la classe della laurea. Poi, una volta che si è laureato, invia (anche per e-mail) una copia del suo certificato provvisorio di laurea chiedendo che venga unito alla sua domanda di partecipazione agli esami abilitanti. A farlo provvederanno a quel punto i nostri uffici.

      Elimina
  70. Buongiorno...chiedo informazioni dettagliate riguardo il Tirocinio di sei mesi...io sono laureata in Scienze Naturali all'Università degli Studi di Messina che non rientra nella Uni convenzionate...mi potete aiutare a capire a chi posso rivolgermi per poterlo fare?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Buonasera. Le precisiamo che per svolgere il semestre di tirocinio (se si presenta domanda entro il 25 giugno pv) c'è tempo fino al 28 novembre 2018, giorno precedente l'inizio della prove scritte.
      Detto questo, se lei ci manda una mail con i suoi dati, a questo indirizzo: agrotecnici@agrotecnici.it , facendo riferimento a questa conversazione e chiedendo di essere avviata al tirocinio, la faremo subito contattare dal nostro Albo provinciale. Quando scrive indichi anche tutti i titoli di studio che possiede e tutte le esperienze lavorative svolte (se ne ha) tirocini compresi.

      Elimina
  71. Buongiorno,
    Cosa bisogna scrivere nella causale del bonifico dovuto all’istituto sede di esame?
    Grazie

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Buonasera. Semplicemente "esami abilitante Agrotecnico ed Agrotecnico laureato" Od una abbreviazione di questa frase.

      Elimina
  72. Buongiorno,
    volevo sapere da quando sarà possibile accedere all'area riservata per poter consultare le dispense.
    Grazie

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Buonasera. Bisognerà avere un poco di pazienza, perchè prima devono pervenire tutte le domande, essere controllate e caricate a sistema. Una volta fatto questo, il sistema genera una password individuale, che viene comunicata ad ogni candidato. Quindi a settembre, probabilmente.

      Elimina
  73. Salve, una premessa
    Mi dicono che l'albo degli Agrotecnici è equipollente a quello dei Periti agrari o sbagliano comincio a non capirci nulla.
    Ho una laurea della classe L25, presa nell'università degli studi della Tuscia nel 2014.
    Volevo sapere se sono esente dal tirocinio.
    Cordiali saluti

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Buonasera. Le hanno confuso le idee! Gli Albi professionali non sono fra loro "equipollenti". Nessun Albo lo è. Nell'ordinamento italiano le "equipollenze" riguardano esclusivamente i titoli di studio; ad esempio lei, con la sua laurea, può accedere identicamente a 3 Albi diversi: Agronomi Sez. B (oggettivamente sconsigliabile, perchè con diversi limiti e competenze più ridotte rispetto alla Sez. A); Periti agrari; Agrotecnici ed Agrotecnici laureati. Quale Albo preferire, lo sceglie lei, valutando i costi, i servizi, l'assistenza, le competenze, la previdenza, ecc. Noi possiamo dirle che il dato ufficiale "storico" vede i 2/3 circa dei laureati triennali come lei preferire l'abilitazione di Agrotecnico ed Agrotecnico laureato (probabilmente per un giudizio complessivamente molto favorevole, riferito agli elementi sopra indicati; il restanto terzo si divide fra la Sezione B degli Agronomi ed i Periti agrari. A questo link trova il dato delle preferenze professionali dei laureati di primo livello: http://www.agrotecnici.it/SCELTE_PROFESSIONALI_DEI_LAUREATI_DI_PRIMO_LIVELLO_31-1-18.pdf
      Se desidera maggiori informazioni sulle differenze, può scrivere direttamente al Collegio Nazionale ( agrotecnici@agrotecnici.it ) indicando cosa vuole conoscere ed approfondire.

      Elimina
    2. Grazie per la risposta, ho visto dalle competenze mi sembra di dedurre che il perito agrario è una sorta di fratello minore dell'Agronomo, mentre l'agrotecnico sta andando per la sua strada, con competenze che si stanno diversificando quasi andando verso una professione assistenza globale alle aziende e ai piccoli e medi imprenditori.
      Mi dispiace manchino le competenze in ambito progettuale, perché quasi tutti i laureati in agraria hanno svolto esami di costruzioni rurali.
      Peccato.
      Cordiali saluti e domanda inviata !!
      Speriamo bene

      Elimina
    3. Buongiorno, è difficile in questa sede di risposte sintetiche esprimere un giudizio sulle tre (quattro, con i tecnologi alimentari) categorie del mondo agro-ambientale. Di sicuro c'è questo: l'Albo degli Agrotecnici e degli Agrotecnici laureati è l'unico ad essere significativamente cresciuto, in iscritti, nuove P.IVA aperte e redditi dichiarati negli ultimi 10 anni. Lo ha recentemente anche riconosciuto il principale quotidiamo economico "IL SOLE 24 ORE" in una inchiesta del 5 giugno scorso (la trova qui: http://www.agrotecnici.it/rassegna_stampa/2018/giugno/Sole24Ore_05-06-2018.pdf ): redditi Agrotecnici +6,9% a fronte del -9% degli Agronomi. Periti agrari non pervenuti. Per quanto riguarda le costruzioni (intendendo le strutture) queste non rientrano, come correttamente ha rilevato, nelle competenze degli Agrotecnici e degli Agrotecnici laureati; sono invece presenti in quelle degli Agronomi. Ma nessuno di loro le fa (oppure si contano sulle dita di una mano): del resto, lei si farebbe progettare e costruire una casa (in zona sismica, ed ormai quasi tutta Italia lo è) da un Agronomo piuttosto che non da un Ingegnere strutturista?

      Elimina
    4. Beh si, non mi farei mai costruire nulla da un Geometra figurati se da un Agronomo. Per quanto riguarda il catasto, rientra nelle competenze in toto ? Perché sul sito non è chiaro, dice "in genere" cioè posso occuparmi anche sei rilievi con il metodolo celerimetrico ecc .. ?
      Perché nel caso mi si aprirebbero molte collaborazioni

      Elimina
    5. Si, gli iscritti all'Albo degli Agrotecnici e degli Agrotecnici laureati possono svolgere tutte le attività catastali, sia quelle relative al catasto urbano che al catasto terreni. I problemi esistenti in passato sono stati definitivamente risolti dall'approvazione della norma interpretativa contenuta all’art. 1 comma 151 della legge 4.8.2017 n. 124.

      Elimina
  74. Buon giorno, una volta spedita la domanda via raccomandata A/R mi devo aspettare una mail di conferma dell'avvenuta iscrizione? Grazie in anticipo, complimenti per l'ottimo servizio esauriente e tempestivo da voi offerto

    RispondiElimina
  75. Buonasera. Grazie delle cortesi espressioni nei nostri confronti, anzitutto. Poi la domanda. No, non riceverà SUBITO una conferma. La procedura è questa: tutte le domande vengono scrupolosamente controllate e se vi sono errori o mancanze i candidati vengono immediatamente contattati per risolverle.
    Deve pertanto ragionare all'inverso: se non riceve rapidamente (circa entro un mese) nessuna richiesta di integrazione, significa che la domanda è regolare.
    Più avanti riceverà invece tre comunicazioni: una di trasmissione della password per l'accesso all'Area riservata (dispense); una seconda circa in agosto, che la inviterà a frequentare i Corsi preparatori (comunque facoltativi) ed una ad ottobre, di conferma della sede l'esame.

    RispondiElimina
  76. Buon giorno,volevo chiedere per quanto riguarda l'iscrizione all'esame per agrotecnici, se io non trovassi più la ricevuta di 1,55 euro è un problema?
    Non la trovo ma l'ho pagata.

    RispondiElimina
  77. Buonasera, ovviamente è un problema. La domanda, senza quel minuscolo pagamento, non è valida. Se non riesce a trovare la ricevuta può fare solo una cosa: ripagare (purtroppo). Con la sola consolazione che si tratta di una cifra davvero modesta.

    RispondiElimina
  78. Buongiorno, ho inviato la domanda tramite pec ed ho ricevuto la relativa ricevuta di consegna. Dovrebbe essere tutto ok per il momento, giusto? Resto in attesa delle verifiche e successive comunicazioni.
    Per quanto riguarda, invece, le sedi: nel caso non si dovesse raggiungere il numero minimo nella sede scelta come viene decisa la nuova sede (in altri termini, già si conosce la eventuale sede alternativa che sarà ubicata necessariamente in altra regione)?
    Grazie

    RispondiElimina
  79. Buongiorno. Qualora ci fosse un numero insufficiente di candidati in una sede (ma negli ultimi anni è circostanza rara, considerato l'alto numero di candidati) il MIUR ha il potere di "sopprimere" quella sede e riposizionare i candidati in altra. Di solito viene scelta la più vicina disponibile e se la distanza è simile, talvolta contattiamo noi stessi i candidati per chiedere loro la preferenza. Naturalmente per sapere tutto questo occorre attendere l'arrivo e la completa lavorazione delle domande.

    RispondiElimina
  80. Buongiorno. Per quanto riguarda lo svolgimento del tirocinio, come posso certificare di averlo fatto?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Buonasra. Non lo "certifica" lei, ma il Collegio degli Agrotecnici e degli Agrotecnici laureati della provincia di sua residenza. Se la domanda è finalizzata alla presentazione della domanda di partecipazione agli esami abilitanti 2018 (il cui termine scade fra poche ore) conviene che lei domattina chiami il n.ro 0543720908 e si spieghi. Se ci invia, su questo blog, il suo numero di cellulare, la chiameremo noi (il suo numero non sarà pubblicato, perchè i post sono preventivamente filtrati).

      Elimina
  81. Salve per sicurezza prima che scade il tempo per rimetterci le mani, poiché non ho mai usato una PEC, infatti ho usato quella di mia madre, volevo sapere se avendo ricevuto questo messaggio che ho riportato pari, sono a posto e posso se c'è qualcosa che è andato
    storto.
    Ricevuta di avvenuta consegna
    Il giorno 06/06/2018 alle ore 15:33:06 (+0200) il messaggio

    "Moduli Esame di Stato Albo degli Agrotecnici 2018" proveniente da "leandrapedica@arubapec.it"

    ed indirizzato a "agrotecnici@pecagrotecnici.it"

    è stato consegnato nella casella di destinazione.

    Identificativo messaggio: opec286.20180606153152.08536.04.1.68@pec.aruba.it

    Allegati: F23, modulo domanda, carta identità fronte/retro, contabile bonifico sede esame, autocertificazione diploma laurea, CV Europass firmato

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Buonasera. I due messaggi che ha ricevuto confermano:
      - l'accettazione, che la PEC è stata correttamente accettata dal sistema di interscambio;
      - la consegna, che quella PEC è stata consegnata al mittente, regolarmente;
      l'identificativo è il numero univoco dell'invio.
      Tutto a posto, quindi. Buona serata.

      Elimina
  82. Salve,vorrei chieder scusa se la mia domanda vi sembrerà un po' banale. Ho presentato domanda per l'esame di stato per la sessione 2018 e ho fatto il tirocinio facendomi riconoscere gli esami professionalizzanti della triennale e il Collegio locale mi ha anche rilasciato l'attestato di ATS per cui il tirocinio risulta concluso. Se volessi iscrivermi nel registro dei praticanti per iniziare un tirocinio presso uno studio di architettura del paesaggio terminando il tirocinio l'anno prossimo, si potrebbe fare?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Buongiorno. Certamente si, non esistono incompatibilità in tal senso. Non ne esistono nemmeno nella "duplice" iscrizione a due Albi diversi, nel senso che, volendo, potrebbe contemporaneamente essere iscritto all'Albo degli Agrotecnici e degli agrotecnici laureati ed a quello degli Architetti.

      Elimina
    2. C'è un pagamento da sostenere per iscrivermi nel registro dei praticanti (non ho specificato che intendevo il registro dei praticanti degli Agrotecnici e non di un altro ordine/collegio svolgendo mansioni tipiche di questo mestiere!)? Inoltre viene rilasciato al tirocinante un attestato dove è dichiarato il mio tirocinio di sei mesi?

      Elimina
    3. Si, l'iscrizione al Registro dei praticanti è soggetta al pagamento di una quota, diversa da provincia a provincia, ma di importo molto basso. Ogni 6 mesi il tirocinante ed il suo tutor rilasciano una dichiarazione sulle attività che svolte, che viene validata dall'organo di controllo.

      Elimina
  83. Buongiorno Gent.Mo Collegio, sabato 23/06 ho spedito la domanda di partecipazione,confermate che fa fede il timbro di partenza? Ho inserito anche una copia del nulla osta relativo al tirocinio rilasciato dal collegio locale nel 2014 quando provai ad essere presente agli esami a Castelbuono(Pa)per ben 3 volte fino al 2017 ma causa impegni esterni fuori regione coincidenti con le date di esami non fu possibile; quest'anno è l'ultima occasione che ho di partecipare e farò di tutto...anche per andare al corso di preparazione di Cefalù...spero tanto di non mancare ad un impegno così importante per il mio futuro...inseguo da tempo questo obiettivo. Ho già il manuale dell'esame abilitante alla prof. di Agrotecn. Nepenthes terza edizione...è l'ultima?Confermate che si può portare in sede esami?Come faccio ad iscrivermi ai corsi preparatori? La copia del nulla osta allegata per ATS va bene o devo fare altro?
    Grazie molte, cordialissimi saluti
    Fabio D.

    RispondiElimina
  84. Buongiorno. Le confermiamo la validità dell'invio: sono valide peraltro tutte le domande che rechino il timbro di spedizione di oggi, 25 giugno (la sua domanda è precedente). L'edizione del Manuale che ha lei (la terza) non è l'ultima, essendo stato poi corso ad una ristampa aggiornata, ma comunque va benissimo anche il Manuale che ha già, senza dover spendere altri soldi. Sia quel Manuale (comunque a nostro avviso il migliore per questo tipo di esami) che qualunque altro manuale tecnico può essere portato con se dai candidati durante le prove, e consultato.
    Infine, per quanto riguarda i corsi preparatori, le arriverà più avanti (circa fine agosto) una mail che le indicherà tutte le sedi disponibili: sceglierà quella per lei più comoda.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Salve, leggendo ciò che ha scritto l'utente a cui lei ha risposto, mi ha fatto venire un dubbio, lui parla dell'ultima occasione per poterlo fare l'esame, per caso c'è un limite per fare l'esame ? Tipo per esempio dopo 3 volte che si tenta l'esame non sarà più possibile rifarlo ?
      Grazie ancora !!
      Un'ultima cosa, l'ultima edizione del manuale è per caso quello con scritto in basso a destra "ristampa terza edizione" finito di stampare a fine febbraio 2018 ?

      Elimina
    2. Buonasera. Non ci sono limiti nel numero di tentativi di superare l'esame abilitante (si è spesso parlato di portare a 3 questo numero di tentativi, ma finora non se n'è fatto nulla). L'ultima edizione del Manuale è quella che lei ha così ben descritto. Buonanotte.

      Elimina
    3. ..scusate....Io intendevo dire che ho provato tre volte ad essere Presente in sede di esami visto che inseguo da tempo il desiderio di poter far parte di questo prestigioso e attivissimo ordine,l'unico da me attenzionato, MA senza avervi ancora Mai partecipato per cause di forza maggiore e che questa è l'ultima volta che potrò tentare di partecipare in quanto le condizioni lavorative e personali in cui mi trovo non me lo permettono ed è veramente difficile fare in modo di organizzarmi in tal senso se non rinunciando a dei contratti di lavoro...cosa che farò quest'anno.. ma non potrò fare di nuovo(ho famiglia).Non volevo confondere le ideee a nessuno..scusate.

      Elimina
  85. Buonasera, volevo porre una domanda, se il termine ultimo per l'iscrizione ai test è scaduto non è proprio possibile che la domanda venga accettata? In caso non si possa far nulla, ci sarebbe un modo per riavere indietro i soldi del versamento?

    RispondiElimina
  86. Buonasera, non comprendiamo la domanda. Per prenotare l'esame c'è ancora un'ora di tempo. Pertanto, se ha pagato, può inviare la PEC. Se non ha una PEC chiami subito il numero 0543720908: troverà del personale esperto che l'aiuterà. Fino a mezzanotte.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Il problema era che purtroppo non riuscivo a trovare il certificato di diploma da allegare. Quindi ripropongo la domanda: non c'è proprio nulla che si possa fare?

      Elimina
  87. Buonasera. Avrebbe dovuto scriverci o chiamarci: le avremmo detto che poteva presentare domanda senza necessità del certificato, eventualmente sostituendolo con una autocertificazione oppure integrando quel solo documento anche successivamente. Abbiamo fatto, crediamo, il possibile e l'impossibile per dare il miglior servizio ai candidati: risposto ai quesiti su questo blog e sui profili social anche nei giorni festivi, e di notte. Messo 3 operatori qualificati a gestire le richieste telefoniche. Tenuto aperto gli uffici fino alla mezzanotte, con personale che fino a quell'ora rispondeva al telefono ed alle mail. Più di così, sinceramente...
    Purtroppo se lei non ha presentato domanda, ormai non può più farla e dovrà attendere il 2019.
    Per ciò che attiene la somma di euro 49,25 che ha pagato all'Erario con il modello F23 può chiederne il rimborso rivolgendosi all'Ente che ha incassato quella somma: l'Agenzia delle Entrate della provincia di sua residenza.

    RispondiElimina
  88. Buonasera, volevo chiedere se facendo tirocinio posso essere ingaggiato full - time in un azienda agricola.
    Grazie Anticipatamente

    RispondiElimina
  89. Buonasera. In linea di principio si, ma bisogna vedere il caso concreto (il tirocinio professionale prevede un obbligo di apprendimento, non un obbligo di presenza, anche se ovviamente quest'ultimo non può comunque essere disgiunto dal primo obbligo). Le suggeriamo quindi di prendere contatto con il Presidente del Collegio al cui registro dei praticanti lei è iscritto, per rappresentargli la circostanza e vedere la compatibilità.

    RispondiElimina
  90. Buongiorno,
    possiedo già il "Manuale di agricoltura" (terza edizione) e vorrei capire se i contenuti presenti nel "Manuale dell'esame abilitante alla professione di Agrotecnico" sono identici onde evitare di comprare un'altro manuale.
    Come posso fare per dare un'occhiata ai contenuti? Grazie

    RispondiElimina
  91. Buonasera. Crediamo che non sia possibile "dare un'occhiata" ai contenuti dell'aggiornamento della Terza edizione del Manuale. Al tempo stesso la rassicuriamo sulla validità dell'edizione in suo possesso, che è comunque molto completa e certamente in grado di supportarla adeguatamente durante le prove. Il nostro consiglio è di non spendere altri soldi per acquistare l'edizione più aggiornata, in quanto già quella posseduta è sufficiente. Magari può integrarla scaricando le "Dispense" degli esami nel momento in cui il Collegio Nazionale le invierà la mail per farlo. Cordiali saluti.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Volevo confrontare un po' l'indice per capire i contenuti. Anche perché nel manuale che ho non ci sono esercizi.
      Grazie lo stesso.

      Elimina
  92. Ci può lasciare la sua mail (anche inviandola qui: non sarà pubblicata) e le faremo inviare il PDF dell'Indice.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Gli uffici dovrebbero averle spedito quanto da lei richiesto. Buona domenica.

      Elimina
  93. Salve, un'informazione sull'esame di stato: nelle due prove scritte vengono consegnate tracce uniche oppure il candidato ha la possibilità di poter scegliere più di una traccia (quante?) all'interno di una stessa prova?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Buonasera. I temi di esami sono unici: c'è solo un tema per ogni prova. Quindi due. Buona serata.

      Elimina
  94. Salve, vi contatto perche non riesco ad accedere alle vostre dispense. Mi sono iscritta all’esame ma non ho ricevuto nessuna mail per poter disporre delle dispense. Volevo inoltre sapere se il manuale è sufficiente per poter svolgere la seconda prova o bisogna consultare altri testi. Grazie per la cortesia. Buona serata

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Buonasera, per le dispense deve avere ancora un poco di pazienza: bisogna infatti aspettare l'inserimento a sistema dell'ultima domanda lavorata. Dopo il sistema si "chiude"; si generano le password che vengono comunicate a tutti i candidati (per completezza adesso le domande controllate sono circa il 70%); sarà anche pubblicato un Avviso sul sito del Collegio Nazionale. Per quanto riguarda il Manuale, questo è un validissimo ausilio per entrambe le prove (essendo specificatamente studiato per esse). Nulla le vieta però di portare con se altri Manuali tecnici, che possono esserle di aiuto (questo ovviamente dipende dalla sua preparazione soggettiva). Buona serata.

      Elimina
  95. Buona sera
    volevo sapere se, almeno orientativamente (prima metà /seconda metà del mese) è possibile sapere quando si terrà il corso preparatorio a Torino.
    Grazie

    RispondiElimina
  96. Buonasera, al momento non siamo in grado di risponderle. I colleghi sono infatti ancora impegnati a controllare le ultime domande arrivate (quest'anno in numero superiore rispetto a quello precedente). In ogni caso, quando saranno note le date ed i luoghi dei corsi riceverà una nostra mail con tutte le istruzioni. Cordiali saluti.

    RispondiElimina
  97. Buon pomeriggio, volevo sapere siccome le prove scritte saranno rispettivamente il 29 e il 30 novembre 2018; generalmente la prova orale dopo quanto tempo si effettua? o quanto meno quando verrà stilato il calendario delle suddetta prova? Eventualmente se un candidato non dovesse essere presente nel giorno in cui è fissata la prova orale può svolgerla in un secondo giorno? grazie e buona giornata

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Buongiorno. Ogni Commissione fissa in autonomia il calendario delle prove orali (dipende infatti dal numero dei candidati e dalla velocità di correzione degli elaborati). Le prove orali vengono, di solito, organizzate secondo l'ordine alfabetico degli ammessi, e chi non si presenta nella data indicata viene bocciato. Tuttavia, se lei avesse delle esigenze di date, le suggeriamo di rappresentarle al Presidente di Commissione alla fine delle prove scritte: gli orali infatti, essendo individuali, consentono spostamenti e quindi potrà concordare il giorno per lei più comodo.

      Elimina
  98. Salve, da come ho capito i corsi preparatori comprendono vitto e alloggio e si paga un ticket. Invece per quanto riguarda gli esami di stato del 29 e 30 novembre quando si sa di preciso se la sede d'esame viene confermata? Perchè dovrei prenotare una camera, non essendo vicino all'istituto dove si svolge l'esame. Per caso si sa anche quanto durano le prove (l'inizio pare sia alle 8:30)? Saluti

    RispondiElimina
  99. Buongiorno. I Corsi preparatori, per chi lo desidera, comprendono il vitto e l'alloggio gratuiti; per partecipare si paga un ticket (uguale per tutti) di 130 euro, che però vengono "restituiti" sotto forma di abbuono della quota di iscrizione all'Albo (il ticket è stato istituito per mettere freno all'incivile comportamento di molti che, essendo gratuiti i corsi, prenotavano senza però presentarsi né disdire, facendo buttare al Collegio Nazionale ingenti somme. Il ticket funziona come un "deposito cauzionale" ed infatti, da quando è stato istituito, i problemi sono stati risolti. Ovviamente se chi ha prenotato il Corso non può poi essere presente ed avvisa in tempo utile, viene rimborsato dell'importo versato).
    Per quanto riguarda la sede di esame è il Ministero che deve confermarle, quando il MIUR lo farà ogni candidato sarà avvisato a cura del Collegio Nazionale. Tuttavia se lei ci volesse indicare la sede che ha scelto, potremmo sin d'ora dirle se è fra quelle che saranno verosimilmente oggetto di conferma (per l'alto numero di candidati) oppure che altro. Buona giornata.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao, capisco il motivo del ticket però passare da 0 euro a 130 sembra un pochino esagerato e inoltre non è chiaro il vostro ragionamento: se prima era gratuito, allora la cifra da pagare potrebbe essere anche restituita dopo il corso (per chi lo frequenta interamente) a prescindere dall'iscrizione o meno all'Albo mentre la perderebbe chi paga ma non si presenta ai corsi... Comunque sulla domanda ho indicato la sede di Salerno e vorrei sapere anche quanto durano le due prove del 29 e 30 novembre. Grazie

      Elimina
  100. grazie delle delucidazioni
    saluti

    RispondiElimina
  101. Buonasera, per quanto riguarda la sede di suo interesse (Salerno) questa dovrebbe venire confermata, con addirittura 2 Commissioni d'esame perché il numero dei candidati è molto alto (per la conferma "ufficiale" bisognerà comunque attendere il Decreto del MIUR). Le prove durano da 6 ad ore e la durata è indicata (sempre dal MIUR) in calce alle prove stesse.
    A questo link http://www.agrotecnici.it/esempio.htm trova tutte le prove degli anni precedenti ed un esempio di svolgimento, per ciascuna.
    Per riguarda il corso preparatorio va detto che è facoltativo, non esistendo alcun obbligo a seguirlo. Per chi ritiene di parteciparvi, resta gratuito se ci si iscrive all'Albo. E diventa a pagamento per chi ritiene di non iscriversi; è del tutto evidente che, comunque, l'importo dei 130 euro copre solo parzialmente il costo del corso, del vitto e dell'alloggi.

    RispondiElimina
  102. Buonasera,sono iscritto all’assoenologi come enotecnico.Devo comunque svolgere la prova di abilitazione per iscrivermi all’albo degli Agrotecnici?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Buon pomeriggio. Si, deve sostenere l'esame abilitante. L'Assoenologi infatti (per quanto prestigiosa) è una associazione privata, la cui iscrizione non ha alcun valore giuridico. L'Albo invece è un registro pubblico, previsto per legge, che conferisce poteri e titolarità ai suoi membri. Tuttavia, se lei ha svolto l'attività nel settore enologico potrà sostenere direttamente gli esami di abilitazione (nel 2019) in esenzione dl tirocinio professionale.

      Elimina
  103. Buongiorno. Ho letto la sezione sui temi delle prove orali sul vostro sito web. Al primo punto afferma che il colloquio verterà sugli aspetti riguardanti le competenze, quindi direi la deontologia...Poi è scritto: "Sarà richiesta, oltre la conoscenza degli aspetti tecnici riguardanti i diversi contenuti, l'illustrazione delle considerazioni economiche e degli aspetti normativi inerenti i problemi che saranno sottoposti all’analisi dei candidati". Potete spiegarmi quest'ultimo punto? Non riesco a capire concretamente cosa può essere chiesto. Grazie e a presto.

    RispondiElimina
  104. Buonasera. Si riferisce alla possibilità che la Commissione ponga al candidato domande specifiche (economiche, normative, ecc.) riferite al tema od ai temi svolti nelle prove scritte. Oltre a questo noi suggeriamo sempre di affrontare la prova orale preparandosi un argomento nel quale si è particolarmente ferrati, ciò nel (non infrequente) caso che la Commissione chieda al candidato di illustrare un argomento da lui scelto.

    RispondiElimina
  105. Buon giorno. Io vorrei frequentare i corsi preparatori che nella mia regione si terranno il 19-20-21. Leggo tuttavia che le date potrebbero subire variazioni. Chiedevo innanzitutto se le date a Faenza sono state confermate (mi devono fissare altri impegni importantissimi) e in secondo luogo (nel caso in cui non riesca a spostare gli altri impegni) posso ad esempio presenziare a 2 giornate su 3.
    Infine... Se le date per Faenza non sono ancora certe, quando sarà possibile avere certezza?
    Grazie

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Buongiorno. Le date dei Corsi sono quelle indicate; possono subire variazione qualora si verifichino dei problemi (ma solo in questo caso, e si tratta di una eventualità remota) e, in tal caso, ne verrà data notizia tramite il sito. Se non vede variazioni, le date sono quelle. Può certamente frequentare per 2 giorni anzichè 3 e, se vuole, può chiedere di frequentare il terzo giorno in un'altro Corsi di quelli organizzati.

      Elimina
    2. Ok grazie mille!

      Elimina
  106. Salve, ho ricevuto la mail circa i corsi preparatori, ora avrei alcune donadom da porre.
    Avendo ricevuto l'accesso alle dispense e ai corsi preparatori, questo vuol dire che la mia domanda e stata accettata o sbaglio ?
    Secondo domanda: I corsi preparatori all'inizio avevo letto e sentito circa la loro gratuità, ora leggo di 130€. Si cec scritto che verrà abbonata all'atto d'isfd'iscri all'albo, ma se uno non passasse l'esame ? Se uno non intendo iscriversi immediatamente ? Per ultimo se uno abita nelle vicinanze e non volesse l'alloggio ? E per ultimo se io non riuscissi ad rientrare fra i primi 30 i soldi pagati che fine farebbero ?

    Cordialmente Alessandro

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Buongiorno. Rispondiamo alle sue numerose domande. 1. L'accesso alle dispense conferma che la sua domanda è pervenuta corretta e lei è stato inserito negli elenchi dei candidati della sede da lei scelta (riceverà peraltro una formale comunicazione, più avanti).
      2. I corsi sono nati gratuiti. Tuttavia nelle prime due edizioni si registrò un grande numero di persone che avevano prenotato ma che poi non si erano presentate, così costringendo il Collegio Nazionale a sprecare cifre elevate (gli alberghi prenotati, i pasti convenuti, il maggior numero di docenti e tutor, ecc.) Si decise allora di introdurre un ticket di 130 euro, che però viene "restituito" all'atto della prima iscrizione nell'Albo, con l'abbuono della quota; in questo modo i Corsi restano sostanzialmente gratuiti (e peraltro non si è più registrato nemmeno un caso di prenotati "assenti ingiustificati").
      3. Se un candidato non supera l'esame, ed ha fatto il corso, non vede restituita la somma; diciamo che affronta gli esami con questo rischio (del resto, tutto non si può avere).
      4. Il ticket di 130 euro è uguale per tutti, il vitto e l'alloggio sono offerti dal Collegio Nazionale per una migliorare la partecipazione. Lei può scegliere se usufruirne oppure no, liberamente, ma non cambia l'importo del ticket.
      5. Chi organizza i Corsi ha come incarico di trovare posto a tutti (se necessario i Corsi vengono anche raddoppiati: doppi docenti, ecc.); in ogni caso se chi ha prenotato un Corso non trovasse posto oppure non potesse partecipare, per qualunque motivo, basta avvisi con almeno 2-3 giorni di anticipo ed avrà (com'è logico) la restituzione della somma inizialmente versata.
      Cordiali saluti.

      Elimina
    2. Grazie mille per la cortese risposta, oggi merce rara.
      Ok provvederò al pagamento del ticket.
      La sede di esame a Latina, si ha notizia circa la sicurezza o meno della sua conferma ?

      Elimina
    3. Grazie a lei della gentilezza. Le date dei corsi sono quelle per le quali le strutture sono già prenotate, possono cambiare solo per un grave imprevisto (che ovviamente raramente capita, negli ultimi due anni, ad esempio, non è mai accaduto); può dunque ragionevolmente ritenerle definitive. In ogni caso, per scrupolo, controlli sempre la pagina del sito www.agrotecnici.it.

      Elimina
  107. Buongiorno,
    le date degli esami sono già uscite? Non mi sembra di aver letto ancora niente al riguardo.
    Nel caso ci fossero delle differenze, io sosterrò gli esami nella sede di Maglie (LE).
    Grazie

    RispondiElimina
  108. Buonasera. Le date delle prove sono stabilite già nell'Ordinanza MIUR del 25 maggio scorso. La prima prova scritta si terrà il 29 novembre, il 30 il secondo scritto. Gli orali invece sono decisi da ogni Commissione. A Maglie (LE) ci sono molti candidati, tanto che sono state fatte 2 Commissioni d'esame.

    RispondiElimina
  109. Salve, volevo sapere se faccio ancora in tempo a iscrivermi ai corsi di preparazione che si svolgeranno a Latina, visto che ho letto che i posti sono limitati ma prima di lunedì non posso fare il bonifico, quindi ho paura di non riuscire a fare in tempo.
    Grazie.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Buonasera. Lei mandi al più presto la sua domanda: i colleghi che si occupano di predisporre i Corsi sono bravissimi a farsi in quattro per accogliere tutti (e, se non potesse andare al Corso, nella peggiore delle ipotesi, si farà ridare indietro il tichet versato).

      Elimina
  110. Buonasera,ho letto sul vostro sito che chi non può partecipare ai corsi di preparazione può usufruire della messa a disposizione delle dispense visualizzate ai corsi.Quando verrano messe a disposizione ?serve pagare lo stesso il bollettino da 130 euro per poterle visualizzare?
    Grazie

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Buongiorno, le dispense sono già da qualche tempo a disposizione dei candidati, ognuno dei quali ha ricevuto una mail con la password per accedervi. Se lei è candidata agli esami 2018 e non ha ricevuto nulla, chiami lunedì mattina subito il numero 0543720908, chiedendo del Responsabile degli esami abilitanti, perchè evidentemente c'è un disguido.

      Elimina
  111. Buongiorno, sono laureata in in biotecnologie e abilitata per la professione di biologo. Volevo chiedervi se è possibile l'iscrizione contemporanea all'albo di biologo ed agrotecnico.
    Grazie.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Buongiorno. La risposta è positiva. La legge consente di essere iscritti ad entrambi gli Albi.

      Elimina
  112. Salve, ho visto che sono uscite le sedi d'esami con il numero dei candidati e delle commissioni per l'esame di stato. E' già possibile prenotare l'albergo dove poter alloggiare il 29 e 30 novembre oppure le date e i luoghi possono essere soggetti a cambiamenti? Dovrei già dare una caparra per la camera, per questo chiedo. Grazie

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Buongiorno. Le date delle prove d'esame. essendo state pubblicate in Gazzetta Ufficiale, non possono essere cambiate (salvo che per eventi eccezionali come fu, ad esempio, il terremoto in Abruzzo) e pertanto può prenotare tranquillamente.

      Elimina
  113. Buongiorno,
    esiste un limite massimo entro il quale effettuare il pagamento per l'iscrizione ai corsi preparatori?
    Grazie.
    Saluti

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Buonasera. Si, certo. E' indicato nella lettera che ha ricevuto: il pagamento deve accompagnare la prenotazione (al massimo essere effettuato ed inviato al Collegio Nazionale subito dopo).

      Elimina
  114. Buongiorno,
    ho letto nel precedente commento che dovrebbe essere arrivata comunicazione riguardo i corsi preparatori. Non ho ricevuto nulla, posso chiedere chiarimenti a riguardo?
    Grazie

    RispondiElimina
  115. Se lei ha presentato domanda di partecipazione agli esami abilitanti dovrebbe avere ricevuto un invito per partecipare (è facoltativo) ai corsi preparatori. Se non ha ricevuto quella comunicazione c'è un problema: chiami al più presto il numero 0543720908 e chieda del Responsabile degli esami, spiegandogli il fatto. Cordiali saluti.

    RispondiElimina
  116. Buonasera, essendomi iscritto ai corsi preparatori (mi è tornata la mail di comunicazione che la mia iscrizione era stata sccettata) chiedevo informazioni sul quando mi verranno date maggiori informazioni in merito non avendo ancora ricevuto altre comunicazioni.
    Grazie

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Buonasera. Lei non ha indicato a quale Corso partecipa, sicché siamo in grado di darle solo informazioni generiche. Le comunicazioni per i corsisti vengono date, solitamente, nei giorni precedenti il Corso stesso, comunque sempre in tempo utile.
      Questo perché i Corsi sono molti (e quest'anno anche "concentrati" tutti nelle medesime date) ed il personale preposto....sempre quello! Per cui i colleghi "lavorano" Corso per Corso, secondo la data di svolgimento. Comunque non si preoccupi: tutti i Corsi sono confermati nelle rispettive date.

      Elimina